CecalSrl

– “Trecento collaboratori scolastici palermitani sono stati stabilizzati e chiamati in servizio in questi giorni dal Ministero dell’Istruzione dando seguito ad un mio emendamento all’ultima legge di bilancio”. Lo afferma l’ex senatrice Simona Vicari dicendosi “soddisfatta per aver contributo a mettere fine al calvario di tante famiglie, durato ben 23 anni”.
Vicari sottolinea, comunque, che “il risultato non è stato pienamente raggiunto. All’appello manca la stabilizzazione di altre 50 unità che probabilmente per un errore, il cui auspicio è che possa essere subito risolto, non sono stati chiamati in servizio dal MIUR”.
L’ex parlamentare rileva, inoltre, “che nel percorso di stabilizzazione erano inserite altre 70 unità che dovevano essere assorbite dai comuni della provincia di Palermo come stabilito in un verbale sottoscritto dal sindaco Leoluca Orlando. Ad oggi – rileva l’ex senatrice – sembra che il sindaco Orlando abbia dimenticato l’impegno assunto a suo tempo, probabilmente preso dalla sua visione di città completamente inserita in uno scenario artistico e culturale internazionale ma dove i problemi comuni delle persone normali non hanno più alcun peso specifico.
Desidero rivolgere un invito – conclude Vicari – ai parlamentari nazionali, eletti a Palermo, ad attivarsi con la massima urgenza per portare a soluzione definitiva il problema di questi ex Pip ed Lsu.