CecalSrl

E’ stata presentata la 64^ Coppa Nissena che con i suoi 200 iscritti da venerdì 21 a
domenica 23 settembre, è 11° e penultimo atto del Campionato Italiano Velocità Montagna 2018, con validità per la serie cadetta Trofeo Italiano Velocità Montagna sud e il Campionato Siciliano salita per auto moderne e storiche. La longeva competizione organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta entrerà nella fase clou domani, venerdì 21 settembre,quando nella mattinata si terrà la tavola rotonda “La Sicurezza Stradale e i Giovani” tradizionale incontro voluto dal Presidente dell’AC nisseno Carlo Alessi, particolarmente attento al tema trattato. Vi sarà anche una mostra fotografica
nell’atrio del Municipio cittadino per ripercorrere le 63 edizioni disputate di una gara dal fascino indiscusso e sempre teatro di accese sfide. L’attenzione si sposterà definitivamente sulle auto da gara dalle 14.30 quando, presso la sede ACI in via Pietro Leone, si terranno le verifiche tecniche e sportive che si chiuderanno alle 20.30. Sabato si accenderanno i
motori da gara alle 9.30 con la prima delle due salite di ricognizione sui leggendari 5.730 metri che da Ponte Capodarso portano in località Santa Barbara alle porte della città. Un tracciato scorrevole ed altamente tecnico, che domenica 23 settembre sarà teatro delle sfide che delineeranno le classifiche per il Campionato Italiano Assoluto e quelle dei 7 gruppi tricolori ancora da assegnare: E2SS, Sportscar Motori Moto, CN, GT, E1, N e “Bicilindriche”. Alle 9 il Direttore di Gara Alessandro Battaglia e gli aggiunti Michele Vecchio e Lucio Bonasera daranno il via a gara 1 a cui seguirà gara 2 prima
della consueta premiazione presso il villaggio Santa Barbara.
Un cerchio per il successo assoluto che si è stretto ma non si definisce tra il trentino Christian Merli su Osella FA 30 EVO Zytek, neo Campione Europeo e nuovo leader tricolore dopo la vittoria ad Erice anche se solo per mezzo punto. Il portacolori Vimotorsport sul prototipo monoposto di gruppo E2SS ufficiale, dotato di gomme Avon ha finora vinto 5
appuntamenti: Erice, Verzegnis, Ascoli, Trento e Sarnano. Non molla e si batte con tenacia Omar Magliona il sardo della CST Sport neo Campione Italiano gruppo E2SC, ha vinto al Nevegal, Fasano, Gubbio e Pedavena sulla Norma M20 FC Zytek che cura il Team Faggioli e monta pneumatici Pirelli. Tra i due sempre più incuneato il catanese Domenico Cubeda
sulla Osella FA 30 Zytek, che ha il titolo di gruppo nel mirino e si è costantemente fatto più incisivo con una serie di podi, il successo a Morano ed il 2° posto domenica scorsa ad Erice. Ma i riflettori sono puntati anche sul giovane trapanese Francesco Conticelli che al volante della Osella PA 2000, ha allungato le mani sulla Coppa di classe 2000 cc tra le biposto
ed ha brillato in casa con il 4° posto. Anche papà Vincenzo Conticelli ha dato prove di confermata esperienza sulla muscolosa Osella PA 30 Zytek, mentre si è fatto insidioso l’esperto e sempre verde ragusano Giovanni Cassibba appena
salito sulla Osella PA 30 Mugen con cui il portacolori della Catania Corse ha instaurato un perfetto feeling. Su Osella PA 2000 ci sarà anche il giovane sardo Sergio Farris, sempre più a suo agio con biposto e rientra anche il calabrese già campione italiano Luca Ligato, anche lui per l’occasione su Osella PA 2000. Tornano a caccia di punti di classe 2500 i
sciliani Manlio Munafò e Giuseppe Di Marco, rispettivamente su Osella PA 20S e PA 27 BMW. Anche il più giovane di casa Cassibba, Samuele, ha messo nel mirino la Coppa di classe 2000 delle monoposto che si contende con l’appassionato e
bravo leader trentino Gino Pedrotti, entrambi sulle Tatuus F. Master. Una bella disputa per il neo istituito titolo Sportscar Motori Moto, le vetture spinte da un motore di derivazione motociclistica, dove in testa c’è il veneto Federico Liber sulla Gloria C8P, che ad Erice complice l’esordio sul tracciato, ha ceduto il passo al determinato e sempre più brillante
potentino Achille Lombardi che a Caltanissetta si conferma in versione tester per la aggiornata agile e leggera Osella PA 21 Jrb BMW di classe 1000, affidata al Team Puglia e sulla quale lo stesso costruttore ha effettuato degli efficaci sviluppi.
In casa sarà da tenere d’occhio il giovane del Motor Team Nisseno Rino Giancani su Elia Avrio, come tra le monoposto sempre in classe 1000 ci sarà il palermitano Antonino Rotolo sulla Gloria, entrambi i siciliani in corsa per i punti di TIVM.
Per il podio delle motorizzazioni moto ed anche per il primato in classe 1.6 delle biposto E2SC arriva dalla Puglia Giovanni Angelini su Radical SR4. A parte la sfida di vertice per la classe 1.6 dietro Liber tornano in disputa il catanese Orazio Maccarrone anche lui su Gloria monoposto, ma anche Agostino Bonforte, il giovane ragusano su Gloria C8P. Continua la
storia infinita di gruppo CN, dove rimane in testa l’assente salernitano Cosimo Rea su Ligier, ma il calabrese di Castrovillari Rosario Iaquinta è in piena risalita al volante dell’Osella PA 21 EVO del Team Catapano, ma sul tracciato nisseno incrocerà tra gli altri anche il Antonio Piazza vincitore ad Erice su Norma ed il giovane Angelo Marino, il campano
in evidenza durante la stagione sulla Lola F.3000, ma che ora passa sulla Osella PA 21 EVO. Ad Erice la giovane Martina Raiti si è ben messa in evidenza sulla versione Junior da 1600 cc delll’Osella ed ora la driver trapanese figlia d’arte ci riprova.