CecalSrl

Una pattuglia di Carabinieri della Stazione di Mezzo Monreale impegnata in un servizio di controllo del territorio, stava transitando in via Palmerino quando ha notato un giovane a bordo di una Volkswagen Golf, che cedeva presumibilmente dello stupefacente ad un altro giovane in sella ad un motociclo.
I Carabinieri hanno seguito l’autovettura finché non si è fermata in via G.A. Colozza. Dopo pochi minuti, gli operanti hanno visto il giovane notato poco prima, uscire da un garage e poco distante la Volkswagen Golf. Su di un tavolo all’interno del box auto è stato rinvenuto un pacchetto di sigarette contenete dell’hashish, di proprietà del giovane (così come confermato da lui) identificato Benedetto Tusa, 25enne palermitano, volto noto alle forze dell’ordine. Per questo motivo i Carabinieri hanno deciso di perquisire il suo appartamento. Mentre i militari, supportati da Mike, pastore tedesco di 4 anni, unità cinofila del Nucleo Carabinieri di Palermo Villagrazia, accedevano all’abitazione, hanno visto lanciare un involucro dalla finestra dell’abitazione dei Tusa al terzo piano.
Nell’appartamento in questione veniva identificata Veronica Visconti, palermitana classe 1994, compagna del TUSA, che notata la presenza dei Carabinieri e temendo che venisse scoperto lo stupefacente, aveva tentato in maniera maldestra di liberarsi del pacchetto risultato contenere oltre 400 grammi di hashish.
L’autorità Giudiziaria ha disposto l’arresto dei due in attesa di convalida. Il G.I.P. in esito alla vicenda ha applicato ad entrambi l’obbligo di dimora nel comune di Palermo.