CecalSrl

“Gli importanti risultati ottenuti nella stagione estiva 2018 confermano e premiano ancora una volta la qualità dei servizi offerti e l’attenzione al cliente che da sempre ci caratterizzano nella gestione delle strutture”. Esordisce così su “Guida Viaggi” Antonio Mangia, presidente di Aeroviaggi, nel commentare i dati dell’estate. “Siamo orgogliosi di poter contribuire oggi allo sviluppo dei territori in cui operiamo garantendo al contempo la valorizzazione del potenziale turistico così come delle risorse naturali e persone che vi operano – ha proseguito -. La recente acquisizione di Himera Beach Club in Sicilia si inserisce armoniosamente in tale progetto di sviluppo e in continuità con il percorso di crescita portato avanti da Aeroviaggi”. I risultati dell’andamento della stagione estiva – continua Guida Viaggi – rivelano che al 30 settembre, la società registra un fatturato pari a oltre 88 milioni di euro e presenze complessive (strutture ricettive di Sicilia e Sardegna) superiori alle 960.000. Le nazionalità più rappresentate per gli ospiti sono prevalentemente l’italiana e la francese con presenza anche da parte dei mercati dell’Est. Più nel dettaglio, le presenze registrate al 30 settembre nelle strutture alberghiere in Sicilia sono pari a oltre 650.000 (+6% rispetto allo stesso periodo del 2017) e più di 310.000 in Sardegna. Nella stagione estiva 2018, il Pollina Resort, famosa struttura situata sulla costa settentrionale della Sicilia, nei pressi del Parco delle Madonie, in provincia di Palermo, – scrive Guida Viaggi – registra oltre 112.000 presenze con una forte prevalenza della clientela italiana, pari al 70% sul totale. Attualmente l’organico di Pollina è costituito da 89 dipendenti. Con riferimento alle stime sul bilancio complessivo dell’anno, a fine 2018 Aeroviaggi prevede di superare le 976.000 presenze – più di 665.000 in Sicilia e oltre 311.000 in Sardegna – per un fatturato totale di circa 100 milioni di euro.