CecalSrl

Angela Biondi (foto) riconfermata per un altro mandato segretario generale dei metalmeccanici palermitani. Al suo secondo mandato, Angela Biondi è stata rieletta questa sera al congresso, molto partecipato, della Fiom Cgil Palermo, che si è svolto alla Casena dei Colli, a san Lorenzo. “Un risultato che ci soddisfa e che dà merito al lavoro che tutti insieme abbiamo fatto alla Fiom in questi anni. Ora siamo pronti per le nuove sfide – dichiara Angela Biondi – Un particolare ringraziamento a Francesco Foti, della segreteria, per il grande contributo a tutte le maggiori vertenze che abbiamo affrontato, dal Cantiere navale a Tmb, e che ha reso possibile questo risultato”. “Mercoledì 10 – aggiunge la Biondi – avremo appuntamento con l’assessore Turano: dalla Regione attendiamo risposte sugli investimenti per i bacini di carenaggio. Il cantiere di Palermo ha visibilità produttiva per un solo anno ancora. La responsabilità per i mancati investimenti rischia di portare lo stabilimento alla chiusura. Bisogna decidere adesso di invertire la rotta”.
“Tra le vertenze al centro della nostra attenzione – prosegue il segretario Fiom – ci sono anche Blutec e l’area industriale di Carini, da poco inserita tra le aree di crisi non complesse. Provvedimento non sufficiente perché guarda alle imprese e non ai lavoratori, che hanno usufruito delle ultime code dei vecchi ammortizzatori sociali e che già a partire da quest’anno non avranno alcun sostegno al reddito e nessuna prospettiva di lavoro. Per i 700 lavoratori di Blutec che aspettano la ripresa del lavoro il tempo sta finendo, gli ammortizzatori saranno disponibili solo fino al prossimo anno, si devono trovare soluzioni per tutti, anche per i 300 lavoratori dell’indotto. Se il progetto Doblò è insufficiente, bisogna allargare il perimetro ”.

Il congresso della Funzione Pubblica ha eletto Giovanni Cammuca, 56 anni, segretario della Funzione Pubblica di Palermo. Cammuca, nella Funzione pubblica dal 1999, è già da due anni segretario generale della Fp Cgil Palermo. “Il nostro impegno proseguirà sul versante del rinnovo dei contratti nazionali per la sanità privata e del terzo settore e per far ripartire la contrattazione decentrata in tutti gli enti – dichiara soddisfatto del risultato congressuale il segretario Cammuca – L’altro problema che sarà al centro del nostro lavoro è quello dell’immigrazione, di cui noi abbiamo seguiamo il pezzo della cooperazione, negli Sprar. L’impegno nostro è di costruire una rete europea per i servizi d’accoglienza ai migranti, idea lanciata nel corso dell’iniziativa Ue Care che si è svolta a Palermo nei giorni scorsi. E poi diritto alla salute, una pubblica amministrazione funzionante, lotta alla mafia e utilizzo dei beni confiscati. Al centro di tutto per noi c’è sempre la cultura della legalità, che significa tutela della persona umana e della sua dignità, contro ogni forma di sopraffazione”.