CecalSrl

Il direttore sportivo Giuseppe Fiduccia (foto) tra passato, presente e futuro spiega il momento del Real Cefalù. Dall’orgoglio Mateus agli ottimi rapporti con l’Acqua&Sapone campione di’Italia al match di sabato prossimo con l’Atlante Grosseto.
Sabato arriva l’Atlante Grosseto, una squadra da non sottovalutare guardando la classifica in ottica salvezza.
“E’ una buonissima squadra con ottimi elementi. La classifica è bugiarda, hanno un bel gioco e per noi sarà molta complicata. Sono certo che verranno qui per portar via punti importanti per smuovere la loro classifica che ripeto non rispecchia le loro potenzialità. Sarà una bellissima partita e noi dobbiamo cercare di uscir bene dai pericoli che sicuramente ci creeranno”.
Venerdì avete fatto visita all’Acqua&Sapone in quel di Catania, che rapporto c’è con la squadra Campione d’Italia?
“Abbiamo ottimi rapporti, reciproca stima e fiducia da circa due anni. Lo scorso anno siamo riusciti a portare qui Montefalcone di proprietà loro. A Catania abbiamo messo importanti basi che consiste nel far diventare il Real Cefalù una “squadra satellite” in cui far crescere i loro giovani. E’ un onore che in questi pochi anni squadre come l’Acqua&Sapone, il Kaos lo scorso anno con il prestito di Zonta, Mateus e Salas, abbiano fiducia e considerazione di noi”.
A proposito di Mateus, giocatore in rosa al Real la scorsa stagione ha siglato un gol e confezionato un assist nel match del suo Pesaro con Napoli. Cosa hai provato rivedendolo in TV?
“Lo abbiamo preso l’anno scorso in prestito dal Kaos, 1997 che gioca in una delle due squadre allestite per vincere il tricolore, il Pesaro allenato da Colini. Per noi è un immenso onore aver contribuito alla sua crescita professionale ha ancora enormi margini di crescita. Sono sicuro che ne sentiremo parlare negli anni futuri”.
Chiudiamo col mercato che si riaprirà tra poco. Possiamo svelare qualche nuovo arrivo?
“Stiamo lavorando a 360°, siamo alla ricerca di giocatori di qualità particolari, una su tutte è quella umana. Dovranno essere giocatori che andranno ad insediarsi in un gruppo unitissimo e che si aiutano l’uno con l’altro. Sicuramente sceglieremo il meglio per questa squadra che ha già ben figurato fino ad ora e che sicuramente con innesti in più darà ancor più spettacolo.
Colgo l’occasione per invitare tutti i tifosi e non ad assistere alle nostre partite casalinghe contro squadre dal livello alto, società che durante la loro permanenza qui ci hanno fatto più volte i complimenti per la città dichiarando anche di voler venire a soggiornare in vacanza qualche giorno in più. Quello che ci siamo prefissati insieme agli obiettivi societari è anche questo, la promozione del territorio, e penso proprio che ci stiamo riuscendo”.