CecalSrl

Sembrano complicarsi le condizioni della turista australiana di 77 anni, colpita da un ramo di albero agli inizi del mese di Ottobre ove, durante una passeggiata tra i sentieri in contrada Fagotti a Geraci Siculo (PA).
La donna assieme al marito in mattinata avevano deciso di andare tra i boschi del loco per una normale passeggiata quando, improvvisamente è stata raggiunta inaspettatamente da un grosso albero appena tagliato da un operaio forestale stagionale, che l’ha scaraventata a terra. La donna ha riportato inizialmente un trauma alla schiena, alla cervicale e alcune escoriazioni al volto, mentre il marito è rimasto illeso. L’anziana ha ricevuto i primi soccorsi dal marito medico e poi da un’ambulanza del 118 della postazione di Gangi, l’ha trasportata nella piazzola dell’elisoccorso di Geraci Siculo, poco distante, per poi essere trasferita in elicottero al Civico di Palermo e poi a Villa Sofia.
Ipotesi ancora da chiarire che si dividono tra negligenza della donna passata sotto l’albero nella fase di potatura quindi in un momento in cui non doveva ? – perimetro non segnalato e non sicuro per coloro che si trovavano nel raggio di lavoro ? – o taglio errato dell’operaio forestale che non ha calcolato la presenza dei turisti ? Da qui, dopo questo periodo ancora non si riesce a dare una motivazione sulle dinamiche, fatti o cause da imputare a qualcuno, così come nello stesso tempo sembra che ci sia un totale stallo sull’ evento successo. Altrettanto imputabile è il fatto che, gli organi preposti al caso e in genere, abbiano “abbandonato” il marito nella totale negligenza, sconforto e solitudine, nonostante la sofferenza per la moglie aggravata dal fatto che, l’uomo dovrebbe rientrare in Australia per raggiungere la famiglia e non può lasciare la moglie in un letto di ospedale senza nessuno a fianco
Sensibilità del caso ridotta al lumicino e generosità d’animo di tanti che, purtroppo è rimasta nel cassetto !(immagine di repertorio)