CecalSrl

 

Eccellenza Reverendissima,

Il gruppo Politico “Uniamo Geraci” intende ringraziarLa profondamente per il messaggio che
Ella ha voluto rivolgere il 4 novembre u.s. alla nostra comunità di Geraci Siculo.

Abbiamo colto pienamente il significato pastorale del Suo gesto e Le esprimiamo i nostri
sinceri  sentimenti  di  gratitudine  per  aver  voluto  “affidare”  al  Museo  Ecclesiastico  e  alla
Parrocchia di Geraci, gli argenti provenienti dall’ex Monastero di Santa Caterina e finora
custoditi per la loro tutela presso il Seminario Vescovile di Cefalù.

Negli ultimi tempi, purtroppo, in relazione alle vicende dell’ex Monastero, il lievito della
discordia è ampiamente e impropriamente proliferato tra i cittadini geracesi e la vita della
Comunità è stata segnata da dissapori e polemiche. È stata una grande consolazione per
noi, quindi, sentire la Sua vicinanza. Siamo sicuri che le Sue parole, precise e puntuali,
porranno fine alle tante divisioni che nel corso degli ultimi anni si erano create all’interno
della nostra piccola Comunità e saranno occasione e spunto di riflessione e riconciliazione,
per donare a Geraci una ritrovata unione e armonia.

È ovviamente rimasto vivo e vibrante in tutti noi il ricordo della presenza delle Monache
Benedettine, che nella riservatezza e nella preghiera operavano per la maggiore edificazione
spirituale della nostra amata Geraci. Alla nostra Donna Maria Anna, che nel Monastero di
Alcamo continua a vivere la Regola e gli insegnamenti benedettini, esprimiamo la nostra
vicinanza spirituale e chiediamo preghiere incessanti per la sua e nostra Geraci. Il nostro
pensiero non può che elevarsi anche verso le Monache che dormono il sonno dei giusti in
Paradiso affinché possano continuare a vegliare sulla nostra Comunità.

Eccellenza Reverendissima, avvertiamo profondamente il significato della regola benedettina
con cui ha voluto aprire il Suo messaggio e l’invito finale a essere “costruttori di ponti nella
pace”. Le assicuriamo, come rappresentanti della civica comunità e come fedeli e figli della
Chiesa Cefaludense, che ogni nostro sforzo continuerà a essere rivolto verso questi obiettivi.
Riteniamo che solo con la pace e il dialogo si possa edificare a Geraci quella autentica “città
degli uomini” nella quale “tutto sia comune a tutti” e in cui il bene di ciascuno e il bene di tutti
si compongano armoniosamente.

Le esprimiamo fervidi voti augurali per il Suo ministero pastorale e invochiamo la Sua
benedizione e la sua preghiera per la nostra Comunità di Geraci.

Il Gruppo Politico “Uniamo Geraci”