CecalSrl

Con una grande partecipazione di pubblico e tesserati si è svolto ieri, sabato 10 novembre 2018, il 6° Congresso Provinciale di Federconsumatori Palermo.

 

Graditi ospiti del Congresso sono stati il vicesindaco di Palermo Sergio Marino e il responsabile della Segreteria Conciliazione di Telecom per la Sicilia Salvatore Valente.

 

Al termine degli adempimenti congressuali è stato eletto il nuovo direttivo provinciale, che ha confermato nella carica per un ulteriore mandato il Presidente uscente Lillo Vizzini il quale, nella sua relazione, ha ribadito le priorità dell’Associazione di tutela dei Diritti dei Consumatori in Provincia di Palermo.

 

E’ necessario riaprire una nuova stagione di concertazione e confronto con le Istituzioni locali – ha dichiarato Vizzini – perché, purtroppo, nel palermitano gli strascichi della crisi economica non sono affatto terminati. Federconsumatori registra il persistere del calo del potere d’acquisto dei cittadini-consumatori che si traduce in un preoccupante calo dei consumi, confermato dai commercianti e dagli operatori della piccola e grande distribuzione. Siamo pronti a confrontarci con Istituzioni e operatori economici – ha concluso Vizzini – per fare la nostra parte e suggerire nuove iniziative per uscire dalla crisi”.

 

Il Presidente di Federconsumatori Sicilia Alfio La Rosa, presente al Congresso palermitano, ha ringraziato Vizzini per il lavoro svolto fino a oggi e per quello che ancora svolgerà: “L’ampia partecipazione a questo sesto Congresso testimonia la bontà del lavoro svolto a Palermo e Provincia da Federconsumatori – ha detto La Rosa – non posso che augurare a Lillo Vizzini di continuare su questa strada confermandogli che avrà tutto l’appoggio della struttura regionale della nostra Associazione”.

 

Come prevedibile, vista la situazione contingente a Palermo e in alcuni Comuni limitrofi, durante l’incontro è emerso anche il tema e il problema della gestione delle risorse idriche.

 

Federconsumatori, pur comprendendo l’eccezionalità dei fenomeni meteorologici avvenuti, invita il Gestore a mettere in atto una migliore programmazione e manutenzione, anche riguardo alle opere collaterali dell’infrastruttura di trasporto dell’acqua, per evitare che i gravi disservizi registrati negli ultimi giorni a Palermo non si verifichino nuovamente.