CecalSrl

“Da trent’anni è chiusa ma l’area di 140 mila metri quadrati dove a Campofelice di Roccella sorgeva l’ex Acciaieria Ferriera Mediterranea (Afem), l’azienda siderurgica che per anni ha depositato nella zona, inquinandola, scorie e amianto, attende ancora interventi di bonifica”. Lo afferma il deputato regionale del M5S, Luigi Sunseri, che ha depositato un’interrogazione parlamentare all’Ars, frutto di un lavoro condiviso con il meet-up di Campofelice di Roccella, nel Palermitano, per chiedere al Governo regionale quali misure intende mettere in campo per bonificare l’area.
“Dopo oltre 30 anni dalla chiusura dell’acciaieria, l’unico intervento di bonifica concluso – dice ancora Sunseri – è stato la messa in sicurezza del sito, anche se non è stata ancora realizzata né un’indagine preliminare né un piano di caratterizzazione dell’area. Le attività fin qui svolte hanno riguardato esclusivamente lo smaltimento di rifiuti presenti nell’ex sito industriale, che si trova sulla costa, a pochi passi dal mare, e d’estate è presa d’assalto da turisti e vacanzieri”.
“Chiediamo al Governo regionale – conclude – di definire un piano di bonifiche e consentire la riconversione dell’ex acciaieria. E’ scandaloso che dopo 30 anni il processo sia ancora in itinere”.