CecalSrl

 

GRUPPO PARLAMENTARE M5S

Interrogazione
(risposta scritta)

Notizie in merito alla modifica della delibera di Giunta n. 29 del 21 gennaio 2017, necessaria al recupero e alla ristrutturazione dell’ex cine teatro Le Fontanelle di Castelbuono.
al Presidente della Regione Siciliana, all’Assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, premesso che
“Le Fontanelle” è uno storico Teatro comunale edificato nel settecento, successivamente diventato anche cinema, che rappresenta il fulcro della storia e della tradizione castelbuonese;
negli anni ottanta il bene venne chiuso al pubblico, poiché inagibile, e mai più riaperto;
Considerato che:
solo nel 2012 l’amministrazione comunale castelbuonese si è attivata  presentando un progetto per la ristrutturazione del Cine-Teatro “Le Fontanelle” che prevedeva la realizzazione di uno spazio multifunzionale (teatro, cinema, sala conferenze e area espositiva) di circa 260 posti;
con nota prot. 3903,  il Dipartimento dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana ha comunicato che si era completata l’istruttoria finalizzata alle verifiche documentali sul suddetto progetto definitivo delle Fontanelle e pertanto lo stesso era stato ammesso a finanziamento;
con D.D.G.n.3668 del 22 dicembre 2014 sono state impegnate le somme per l’esecuzione dell’opera  denominata “Progetto per il recupero e la ristrutturazione del ex cine teatro Le Fontanelle” del Comune di Castelbuono;
l’importo totale dell’opera ammontava complessivamente a € 2.873.713,40, di cui € 2.586.342,06 a valere sulla Linea di intervento 3.1.4.1 del PO FESR 2007/2013 ed € 287.371,34 cofinanziati dal Comune di Castelbuono;
nel gennaio 2015 sono partiti i lavori di intervento e ristrutturazione del cine teatro “Le Fontanelle”, con termine consegna lavori per il mese di luglio 2015;
poco dopo, i suddetti lavori, sono stati bruscamente interrotti sia a causa della scoperta di resti monumentali evidenziati dagli scavi archeologici, ma anche, e soprattutto, a causa dei numerosi errori progettuali riscontrati in corso d’opera;

Considerato, altresì, che:
dall’esame della documentazione esistente e redatta dalla Direzione dei lavori si evince che il RUP ha chiesto alla Dl con nota n.4510 del 09.03.2015 di “…approntare una bozza di perizia di variante, concordata con la Soprintendenza, corredata da quadro economico della spesa.”;

con successiva nota n.5926 del 27.03.2015 il RUP ha sollecitato la Dl alla redazione della predetta bozza di perizia di variante;
il RUP con un cambio repentino rispetto a quanto concordato e disposto con le sue note del 9 e del 27 marzo 2015, inascoltate le pertinenti osservazioni della Dl circa le irrisolte criticità progettuali rilevate allo stesso Rup, con nota del 20 maggio 2015 ha disposto “…la prosecuzione dei lavori conformemente al progetto esecutivo cantierabile posto a base dell’appalto, così come approvato dalla Soprintendenza per i beni culturali e architettonici di Palermo con il provvedimento prot. 6835/VII del 25 ottobre 2013″- in tal modo contravvenendo alle innumerevoli criticità progettuali rilevate dalla Soprintendenza;
la Dl ha poi chiesto per ben due volte al Rup di rescindere il contratto con l’impresa per presunte gravi inadempienze della stessa, senza avere alcuna risposta in merito;
i lavori di recupero e ristrutturazione dell’ex cine-teatro dovevano concludersi nel giugno 2015 e l’Assessorato di competenza ha poi concesso una proroga al 2 ottobre dello stesso anno;
nonostante la predetta proroga, le sopra esposte vicissitudini hanno causato la perdita del finanziamento europeo previsto per l’intervento riguardante il bene in oggetto;

Visto che
la ristrutturazione del Cine-Teatro è stata successivamente inserita nell’elenco degli interventi finanziabili a valere su risorse FSC 2014/2020 “Patto per la Sicilia”, con delibera di Giunta Regionale n. 29 del 21 gennaio 2017;
nel sopra citato elenco, allegato B (parte 1) della delibera, l’intervento “Recupero e Ristrutturazione dell’ex cine teatro Le Fontanelle – CASTELBUONO” è indicato fra i “completamenti 2007-2013”;

a seguito di opportuni approfondimenti, si è appreso che le somme non possono essere spese a causa della sopra riportata dicitura, poiché considerati i sopra menzionati errori progettuali, l’intervento necessario non riguarda lavori da completare riferiti al vecchio progetto, che di fatto è inutilizzabile;

per sapere:
se l’Assessorato regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana è a conoscenza della situazione in oggetto e se non si intende portare avanti, nel più breve tempo possibile, le azioni utili a modificare l’allegato B (parte 1) alla delibera di Giunta Regionale n. 29 del 21 gennaio 2017, eliminando il riferimento ai “completamenti 2007-2013”.

(gli interroganti chiedono lo svolgimento con urgenza)

14 novembre 2018                                                                                                                                                                                                       Firmatari

Giovanni Carlo Cancelleri
Valentina Zafarana
Antonino De Luca
Giampiero Trizzino
Roberta Schillaci
Stefania Campo
Francesco Cappello
Gianina Ciancio
Giovanni Di Caro
Nunzio Di Paola
Angela Foti
Matteo Mangiacavallo
Jose Marano
Elena Pagana
Valentina Palmeri
Giorgio Pasqua
Salvatore Siragusa
Luigi Sunseri
Sergio Tancredi
Stefano Zito