CecalSrl

L’I.I.S.S. “Del Duca – Bianca Amato” nell’ultimo biennio ha ricevuto dalla Commissione Europea, attraverso l’Agenzia Nazionale Indire, autorizzazioni per sette progetti Erasmus+, cinque con finanziamento del 2017 e due con finanziamento del 2018. Si tratta di progetti dell’azione chiave KA2, volti alla cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche nelle scuole europee, attraverso “la realizzazione di partenariati strategici tra istituzioni europee per stimolare la crescita delle competenze professionali, innovare le pratiche educative e la gestione organizzativa degli istituti scolastici”, secondo il programma europeo per l’istruzione, la formazione, i giovani e lo sport sostenuto dall’Indire (l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa è il più antico ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione) e dal Miur.
Il programma Erasmus (acronimo di European Region Anction Scheme for the Mobility of University Students, ma allo stesso tempo memoria di Erasmo da Rotterdam e dei suoi viaggi per l’Europa) è stato creato dall’Unione Europea nel 1987 per consentire agli studenti universitari di frequentare atenei stranieri per un certo periodo di tempo, con l’obiettivo di realizzare quello scambio che è alla base della vera cultura europea e dell’integrazione dei popoli, realizzate sul campo e non sulla base di semplici teorie. L’Europa si fa davvero se i giovani la vivono e la percepiscono come la loro grande casa. Per questo è stato fondamentale il passaggio successivo, quello dell’Erasmus+, che ha coinvolto nella mobilità europea gli studenti e gli insegnanti delle scuole secondarie europee, in un progetto che si protrarrà fino al 2020: “I partenariati strategici devono generare effetti positivi di lunga durata sugli organismi partecipanti, tramite lo sviluppo e lo scambio di pratiche innovative a livello locale, regionale, nazionale ed europeo. Gli istituti scolastici hanno l’opportunità di aprirsi alla collaborazione con altre istituzioni”.
È evidente che la ricaduta sulla crescita degli studenti (ma anche degli insegnanti) è notevole su vari fronti: aprirsi all’altro, ospitando nella propria casa e ricevendo ospitalità; confrontare il proprio stile di vita con quello di ragazzi di altre nazioni; comunicare in un’altra lingua; affrontare problematiche in una dimensione europea; condividere esperienze di vita e di studio; risolvere problemi nuovi in una dimensione internazionale; sperimentare la vicinanza di ciò che sembra distante e tanto altro.
Tutto questo sperimentano e continueranno ancora a sperimentare gli alunni dei tre plessi dell’ I.I.S.S. “Del Duca – Bianca Amato”, artistico, scientifico e tecnico sotto la diretta guida del Dirigente Scolastico dott. Francesco di Majo (foto), il referente Erasmus+ prof. Gianni Catanese e dei docenti facenti parte dei project team.
Con autorizzazione e finanziamento del 2017 sono in fase di realizzazione i seguenti progetti:
1. Technology Enhanced Learning and Lightening – TELL it to the world (2017-1-RO01-KA219-037404_3), sulle tecnologie avanzate per l’apprendimento: il progetto è stato aperto a Bucarest (Romania), a novembre 2017 e ha già realizzato gli incontri a Windsbach (Germania) a febbraio 2018, a Cefalù, a maggio 2018, nell’Isola di Réunion (Francia) lo scorso Ottobre. L’ultima LTT prevista dal progetto (attività di apprendimento/insegnamento /formazione) avrà luogo in Romania (Bucarest) a marzo 2019 mentre l’ultimo incontro di progetto transnazionale (TPM) avverrà nell’aprile 2019 a Nevsheir (Turchia).
2. Foreign languages, better life, perfect jobs (2017-1-DE03-KA219-035719_5), sull’importanza delle lingue straniere nella vita e nel lavoro. Aperto a Trier (Germania) a novembre 2017, si è già realizzata la mobilità a Doroi (Romania) a marzo 2018; Cefalù ha ospitato i partner a maggio 2018; a ottobre ha avuto luogo l’incontro a Trier (Germania). A marzo 2019 ci sarà la mobilità a Karaman (Turchia), dove avverrà successivamente l’incontro conclusivo.
3. Zooming in “Good Focus” (2017-1-AT01-KA219-035105_2), progetto artistico-fotografico per l’apprezzamento del bello a partire da sé per giungere alla messa a fuoco del bello nel mondo. L’apertura è avvenuta a Vienna (Austria) a dicembre 2017; sono stati realizzati gli incontri di Cefalù a maggio 2018 e di Vilnius (Lituania) a settembre 2018. A dicembre docenti e alunni saranno in Austria per l’incontro di Vienna. Ultima LTT in Romania, marzo 2019.
4. Sustainability: Towards the Appreciation of Resources – STAR2 (2017-1-CZ01-KA219035516_2), partenariato bilaterale Italia-Repubblica ceca (Cefalù – Horice), per la sostenibilità ambientale, con attività in CLIL. Il progetto ha avuto inizio a Cefalù, lo scorso ottobre e proseguirà con diversi incontri nelle due scuole.
5. STE(A)M (2017-1-TR01-KA201-045815), acronimo inglese di Science, Technology, Engineering e Mathematics, è volto a incrementare l’uso delle tecnologie nell’insegnamento con lo scopo di innalzare il livello di competitività in campo scientifico e tecnologico; si è arricchito negli anni di una “A”, diventando STE(A)M, con l’aggiunta dell’arte e, quindi, della creatività, nella convinzione che le discipline abbiano tutte una formidabile interrelazione e che i contatti esistano anche tra le discipline scientifiche e quelle artistico-umanistiche. Il progetto si propone di diffondere l’insegnamento scientifico e tecnologico puntando anche al superamento delle differenze di genere e al coinvolgimento di un numero sempre maggiore di donne nell’area dell’insegnamento scientifico. Progetto rivolto solo ai docenti, è stato aperto a Cefalù a novembre 2017; sono state realizzate le mobilità di Lisbona (Portogallo) a marzo 2018, di Stoccolma (Svezia) a maggio-giugno 2018, di Kavala (Grecia) a settembre 2018; a maggio 2019 si avrà l’incontro di Targu Jiu (Romania) per l’ultima LTT che vedrà anche il coinvolgimento degli alunni della classe sperimentale STEM del plesso scientifico.
Con autorizzazione e finanziamento del 2018 sono in fase di realizzazione i seguenti progetti:
6. Draw a picture, call it peace! (2018-1-TR01-KA229-058-411_3), in cui l’arte sarà vissuta come strumento di pace. Aperto a novembre a Trebisonda (Turchia), prevede incontri a Berlino (Germania), Murcia (Spagna) Kaunas (Lituania) e Cefalù.
7. Adopt your heritage (2018-1-UK01-KA201-048136), partenariato strategico non solo tra scuole: l’ente coordinatore è l’Hanta Associates Limited di Worcester (Regno Unito), associazione culturale per fornire sostegno e consulenza sull’apprendimento basato sul lavoro, a livello internazionale. Partecipano al progetto un’associazione socio-culturale di Bankia (Bulgaria); un’Associazione non governativa di sostegno e solidarietà ai giovani di Aydin (Turchia); e tre scuole, quella di Cefalù, di Murcia (Spagna) e di Forte da Casa (Portogallo). Si aprirà in Bulgaria. L’obiettivo è di formare i ragazzi al rispetto del loro patrimonio culturale e di sviluppare le competenze digitali, le nuove tecnologie e la cittadinanza europea. Partecipanti: docenti, studenti, lavoratori, famiglie.