CecalSrl

Il 17 dicembre 2018 l’Assessorato regionale al Territorio e Ambiente ha emanato il D.D.G. n. 1038 con il quale ha impegnato a favore dell’Ammministrazione comunale di Termini Imerese la somma di 4.957.986,23 euro per la realizzazione degli interventi di recupero e stabilizzazione del tratto di spiaggia compreso tra la foce destra del fiume San Leonardo e la radice del molo di sopraflutto.

L’assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco Licia Fullone precisa:
“Dopo mesi di lavoro e numerose riunioni presso l’Assessorato Regionale al Territorio siamo riusciti a sbloccare un finanziamento previsto nell’ambito di un Accordo di Programma  firmato il 18 settembre 2003, più di 15 anni fa! Dopo la gara per l’affidamento dell’appalto integrato, il relativo  finanziamento dei lavori era rimasto bloccato a causa di un lungo e complesso iter burocratico per l’approvazione del progetto esecutivo.
Siamo riusciti a concordare con il nuovo Dirigente Generale ing. Giuseppe Battaglia, incaricato dal Governo  Musumeci, un efficace modus operandi, che ci ha consentito di arrivare in poche settimane alla firma del Decreto di finanziamento per la somma di quasi 5milioni di euro, dopo aver prodotto una adeguata documentazione integrativa, a cura dell’Ufficio Tecnico comunale diretto dal nostro dirigente arch. Rosario Nicchitta.
Potranno così partire già all’inizio del 2019 i lavori di costruzione delle cosiddette “dighe soffolte”, opere di protezione diretta dai fenomeni erosivi, che fra l’altro sono propedeutici alla realizzazione delle strade di collegamento tra il Porto e la S.S.113, che da tanto si attende.
Inoltre, la costruzione delle dighe consentirà col tempo il ripascimento della spiaggia”.

Il commento del Sindaco avv. Francesco Giunta:
“Finalmente, dopo anni di attesa, il sogno di poter contare sull’anello viario attorno la Città, sembra divenire realtà. Con la strada di collegamento Statale 113 – Porto si consentirà alle auto di passare  dalla parte alta di Termini Imerese e viceversa senza dover, necessariamente, attraversare il centro abitato con grandi vantaggi per la vivibilità e conseguente alleggerimento del traffico automobilistico. 
Se nei primi mesi del prossimo anno potremo assistere ai lavori propedeutici all’opera, lo dobbiamo alla perseveranza degli Uffici Comunali, del Vice Sindaco Licia Fullone e soprattutto al cambio di passo dell’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente, guidato, con grande pragmatismo, dall’On.le Toto Cordaro che, sin dal suo insediamento, ha individuato la definizione di quest’opera come prioritaria nel quadro delle “incompiute” ove la nostra Regione, purtroppo, fino ad oggi, ha primeggiato”.