CecalSrl

Dopo mesi di attesa, trova collocazione la statua della Dea Iside Triforme. Lo scultore Eolo Bottaro ha donato nei mesi passati alla cittadinanza di Polizzi Generosa il suo capolavoro, una lavorazione che ha incuriosito i tanti polizzani e non solo, su una vicenda storica vissuta nei tempi, in cui si narra l’abbandono e la demolizione di tale scultura ad opera dei frati cappuccini, su ordine del vescovo di allora, insoddisfatto della forma e dall’aspetto anomalo.  

La curiosità e la voglia dello scultore stuzzica la sua arte, chiedendo aiuto a Giovanni D’Angelo storico artista del loco su ceramica e argilla che, lo aiuta a mettere in atto la statua in tutte le sue forme, completando l’opera dopo circa 10 mesi di studio e lavoro, in una bellezza di 140 cm, che ha lasciato stupefatti la gente di Polizzi, al momento finale in cui è stata presentata dal vivo nei mesi scorsi presso l’Auditorium di Polizzi.

Il Successo e la bellezza Della Iside Triforme (foto Sapienza), arricchiscono ancor di più i tesori di Polizzi e, la sua collocazione presso il Civico Museo Archeologico nè darà risalto e lustro e,  porterà certamente maggior curiosità ai turisti che vorranno conoscere e ammirare la storia di un passato. I cittadini, hanno espresso in tutti i modi gratitudine al lavoro svolto da  Eolo Bottaro tornato in questi giorni proprio per la collocazione, ribadendo la stima e affetto che l’artista ha mostrato, sapendo che andrà via  con la certezza che, la sua opera sa ormai è entrata nella storia di Polizzi Generosa.

Antonio David