CecalSrl

Allarme per i fondi a rischio per la manutenzione delle strade dissestate della provincia di Palermo. Il comitato direttivo della Fillea Cgil Palermo, nel fare il punto sulla perdurante situazione di crisi del  settore, oggi ha stigmatizzato il mancato utilizzo delle risorse stanziate per aggiustare le strade: dei 300 milioni disponibili ne sono stati spesi solo 56.  Maglia nera a Palermo, che non ha presentato nessun progetto.  
      “Il settore edile è in continua difficoltà, c’è la necessità di avere adeguati investimenti e, soprattutto in questo momento, di utilizzare i fondi statali e europei già stanziati che rischiano di non essere spesi, come quelli previsti per le strade provinciali – dichiara il segretario generale della Fillea Cgil Palermo Francesco Piastra – Non è concepibile che ci siano più di 200 milioni non spesi  perché, come ha detto la Regione, le ex Province non riescono a presentare i progetti. Non deve accadere che ci sia uno scaricabarile tra la Regione, i comuni e l’area metropolitana. Chiediamo una leale collaborazione tra gli enti affinché posti come Campofelice di Fitalia, il paese  più isolato della Sicilia, con le strade principali chiuse per frane, o altri comuni delle Madonie, con la viabilità disastrata, possano avere presto strade dignitose”.