CecalSrl

“Sulle certificazioni antincendio per le scuole siciliane
c’è la volontà del governo regionale di coinvolgere il comando
regionale dei Vigili del Fuoco per monitorare, dopo la scadenza del 31
dicembre 2018, l’iter per l’ottenimento dei requisiti di sicurezza.
Già ad aprile scorso l’assessorato regionale all’Istruzione guidato da
Roberto Lagalla aveva emanato un bando per concedere contributi
economici ai Comuni siciliani per la messa in sicurezza degli istituti
scolastici relativamente alle certificazioni antincendio. So che a
Marsala, a partire da gennaio, si paventa l’incubo dei doppi turni per
molti alunni e tra questi quelli del plesso Cavour, scuola che ho
diretto sino allo scorso anno e di cui resto titolare.
Per evitare il disagio che questa situazione creerebbe con grave pregiudizio per i normali ritmi di apprendimento dei ragazzi e per l’organizzazione
della vita familiare (penso a famiglie che possono avere figli che
frequentano la scuola di mattina e di pomeriggio), basterà che il
sindaco informi il comando provinciale dei vigili del fuoco sui lavori
di adeguamento che interessano questa e le altre sette scuole di
Marsala con la dovuta documentazione del finanziamento ricevuto.
L’assessore Lagalla infatti mi ha dato ampia assicurazione nel merito
e a questo scopo infatti a gennaio avvierà con il comandante regionale
dei vigili del fuoco il monitoraggio che servirà pure a garantire la
serena conclusione dell’anno scolastico agli alunni delle scuole che
hanno ottenuto il finanziamento regionale.
È evidente, che in Sicilia in generale i ritardi sono imputabili a quei Comuni che, pur avendo la possibilità di ottenere i contributi previsti dalla Regione Siciliana, non hanno nemmeno presentato istanza. In ogni caso verrà tutelato il diritto allo studio, ferme restando le sanzioni di cui saranno passibili i soggetti inadempienti”. Lo afferma Eleonora Lo Curto,
capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.