CecalSrl

Era veramente piena l’aula consiliare di Polizzi Generosa, che ha riunito giovani e mono giovani in un’assemblea organizzata dal comitato “Vivi Polizzi” appena formatosi. Obiettivo comune quello di riaprire la SP119 che collega la cittadina madonita a Portella Colla chiusa da tredici anni per un masso caduto dal costone lungo il tratto e ove da allora, non si è verificato nessun incidente, nessuna problematica lungo il percorso e nemmeno una minima pietra è caduta sulla provinciale.
La rabbia dei cittadini è proprio quella e, l’hanno fatta sentire mercoledì sera alla presenza del sindaco Lo Verde e di qualche consigliere di maggioranza e minoranza. I singoli cittadini hanno preso la parola ed hanno manifestato tutto il disappunto del “perché” ancora ad oggi tutto rimane fermo e stabile visto che, nessun ripristino nel corso degli anni è stato fatto nemmeno durante le passate legislature e nemmeno si è evidenziato un cenno di riapertura, nonostante si conoscano i tempi burocrati. Interpellata la politica, regione e gli organi competenti, sembra che “gli addetti ai lavori” non vogliano risolvere il problema, e che ci sia un menefreghismo palpabile, evidente e reale.
Tutto rimane ancora fermo a 13 anni orsono ma, gli ultimi rumors del sindaco in merito a tale faccenda hanno alimentato un po’ di chiasso mediatico tra i vari media, tra carta stampata,tv nazionali e private, dando risalto utile alla questione ma ora , nonostante continua la negligenza si vuol passare al piano successivo.
Il primo cittadino quindi, “per protesta” sposta il suo ufficio presso Portella Colla, “zona citata al problema” e chiede aiuto a tutta la cittadinanza per far sentire la voce a tutto il territorio. Tale chiusura nel corso dei 13 anni ha portato passività di sviluppo e di commercio a Polizzi, in quanto essendo chiusa al transito, i turisti devono per forza transitare da Petralia o Collesano per raggiungere Piano Battaglia, meta ambita in inverno per le piste da sci, o per lo stesso Abies Nebrodensis unico esemplare al mondo che si trova nella Zona di Quacella, cioè nel territorio di Polizzi Generosa.
La SP119 è utile a tutti ed a tanti, non vi è nessuna problema lungo il tragitto quindi, il miglior tratto percorribile delle Madonie, visto ciò che vi è attualmente nel territorio, tra dissesto idrogeologico ,smottamenti e frane che hanno danneggiato ciò che di paesaggistico potesse trovarsi sulle Madonie. Quindi ora, il comitato chiede l’incontro con il Prefetto di Palermo, per esporre la problematica e chiedere l’immediata riapertura del tratto, visto che non vi sono problemi in atto e non si può tenere chiusa una strada che può portare solo benefici al paese in momenti di difficoltà generale, non penalizzandolo ancora al cospetto di altrettanti paesi che portano un minimo di vivacità reale o passeggera durante il periodo dell’anno.