CecalSrl

Dopo il secondo anno d’intensa attività, secondo i principi statutari, l’Assemblea ha confermato il Consiglio Direttivo e, all’unanimità, gli Organi previsti dallo Statuto.

Letto ed approvato il bilancio consuntivo, presentata, dietro lettura,un’ampia relazione del Presidente uscente, sig. Antonino Silvestri sull’operato e quanto messo in atto nei due anni trascorsi, si è passati al quarto punto all’o.d.g. che prevedeva l’elezione per il rinnovo del Consiglio direttivo.

Il Presidente, a nome di tutti i componenti del Consiglio, tiene a precisare che “è giusto e doveroso dare spazio a “nuove menti” augurando loro un percorso sereno nell’interesse del sodalizio che, dalla sua nascita avvenuta il 13 febbraio 2011, ha dimostrato concretezza e si è posto come esempio della nostra comunità.

Un detto collaudato dice che “l’impegno premia”. Proprio cosi, un impegno che si è concretizzato nelle attività sociali a favore della comunitàe dello stesso sodalizio che ne ha riconosciuto l’efficienza e la capacità operativa.

In considerazione di quanto deciso dall’Assemblea, il Consiglio degli eletti si è riunito il 18 febbraio 2019,nella sede sociale, per l’assegnazione delle cariche elettive. La seduta, nella più assoluta serenità, ha dato i seguenti risultati:Silvestri Antonino (confermato Presidente), Cipriano Mimmo (Vice presidente), Giordano Antonio (Vicepresidente), Pietro Musotto (Segretario), Madonia Giuseppe (Tesoriere), Giuliano Bisconti (Consigliere), Marchese Salvatore (Consigliere). Per motivi familiari ha presentato le dimissione il sig. Melchiorre Zito. Tutto il Consiglio appena insediato, riconoscente, ringrazia il sig. Zito per il contributo e l’opera svolta durante il biennio.Da sottolineare il “ritorno”, dopo una significativa esperienza dei primi sei anni, del sig. Antonio Giordano, elettoe voluto dall’Assemblea, anche se assente per motivi di salute.

Grazie al raggiungimento degli obbiettivi fissati e realizzati nei primi due anni, il Presidente ha affermato che bisognerà riflette e collaborare al fine di migliorare sempre più le proposte e le iniziative culturali e ricreative per  soddisfare le esigenze degli associati e della comunità tutta.

Tutti concordi nell’affermare che è giusto “contribuire per rafforzare e rinsaldare, anche, i vincoli d’amicizia e del rispetto sociale”. Principi, questi,  che sono sempre stati le peculiarità dell’Associazione.

Questo futuro biennio – ha affermato il Presidente – deve essere la “risposta positiva” quale ringraziamento per la fiducia dimostrata dai soci il giorno delle elezioni. Dunque, non possiamo deludere chi ci ha sostenuto, non possiamo voltare le spalle alla comunità che ha sempre apprezzato le nostre iniziative”. A noi non rimane che augurare un buon lavoro al fine di contribuire alla crescita culturale e sociale della nostra comunità.

Lucio Vranca