CecalSrl

 Inizio di stagione dolce e amaro, tra vittorie e clamorosi ritiri, per la scuderia Real Cefalù Reparto Corse, alla 3° edizione del Rally Cefalù Corse, andato in scena sulle strade del comprensorio Cefaludese e Pollinese lo scorso 17 marzo.

Sono stati 14 gli affiliati alla scuderia Cefaludese che hanno onorato la gara di casa. Con il numero 9 sulle portiere il duo Salvatore Marino – Marcello Certisi su Renault Clio classe R3 curata dalla Factory Ennese BR Sport hanno dovuto abbandonare la gara sulla ps 4 “Pollina 2” a causa di un problema meccanico.

La coppia Alessio Di Franco – Cono Merenda a bordo della Renault Clio classe A7 curata dalla Factory Nissena P.L. Sport Team di Peppe Lombardo finiscono il rally con un 1° di classe e un 16° assoluto, nonostante problemi ai freni riscontrati nelle battute iniziali della gara.

Altra coppia Cefaludese quella formata da Giuseppe Serio – Giuseppe Lusco anche loro su Renault Clio classe A7 gestita da Ferrara Motors dopo un dritto sulla “Cefalu’ 1” sono fuori dalla lotta per la classe.

Il duo Massimo Portera – Salvatore Mirenda alla prima esperienza sulla Peugeot 208 classe R2B curata da FG Racing hanno concluso la gara in 23° posizione assoluta e 2° di classe R2B.

Buon esordio nei rally di Antonio Damiani in coppia con Giuseppe Livecchi su C2 R2B curata da LB Tecnorally, concludendo la gara in 43° posizione assoluta e 7° di classe.

L’equipaggio formato da Santo Coniglio e Rosario Mirenda su Renault Clio classe N3 ha dovuto abbandonare la gara sulla ps 4, la “Pollina 2” per un problema elettrico, nel tempo in cui si trovavano al comando della classe.  

Altro esordio, quello di Mattia Provenza che ha dettato le note all’esperto papà Antonio su Peugeot 106 classe K10 dei fratelli Campione Racing, meno fortunato, in quanto una toccata alla seconda chicane sulla “Pollina 1”, li ha messi fuori gioco costringendoli al ritiro.

La coppia Matteo Disclafani – Filippo Saja su Peugeot 106 classe A6 della LRM Motors ha dovuto abbandonare la gara al primo km della prima ps a causa della rottura di un semiasse.

L’equipaggio Giuseppe Guercio – Giovanni Spinosa su Peugeot 106 classe A5 dell’Autotecnica Racing hanno concluso la gara piazzandosi 2° di classe, esordi amaro per l’equipaggio formato da Salvatore Maggio – Alessandro Catanese, anche loro in classe A5 su Peugeot 205 curata da Tony Motorsport, costretti al ritiro sulla prima ps a causa di un dritto.

Ritiro anche per Salvatore Farina – Giuseppe Guercio su Peugeot 106 classe N2 sulla ps 5 a causa di problemi meccanici e di assetto.

Brillante rientro, dopo 15 anni di stop, invece per Vincent Mazzolanavigato per l’occasione da Erminia Rizzo, i quali nonostante abbiano avuto sin dalla prima ps problemi di temperatura sulla loro Grande Punto RSD 2.0 hanno concluso la gara la con un 1° posto di classe, un 1° posto di gruppo e 36° assoluti.

Sfumata la Triplette in classe N1 per Cosimo Pirajno – Francesco Tamburo,  che a bordo della loro Peugeot 106, hanno concluso in 2° posizione non riuscendo a contrastare una più performante MG Rover.

Ottimo esordio nei rally per Adriano Marsala in coppia con Gianluca Tudisco a bordo della Peugeot 106 classe N1, curata da Autotecnica Racing hanno concluso in 4° posizione.

Con il numero 1 sulle portiere Massimiliano Glorioso, affiliato alla Real Cefalù Reparto Corse, ha letto le note a Riccardo Arceri su Renault Clio S1600 piazzandosi 6° di classe 9° di gruppo e 12° assoluti.