CecalSrl

Match d’alta quota quello disputato oggi al Pala Di Fiore tra la capolista Todis Lido di Ostia e la terza forza del girone b Real Cefalù Uniolympo. Una partita aperta giocata a viso aperto da ambedue le parti e portata a casa dagli uomini di Matranga soltanto nel finale.
Matranga schiera il quintetto titolare formato da Bagirelli, Schacker, Ungherani, Jorginho e Barra. Dall’altra parte Nino Rinaldi ha risposto con La Rocca, Guerra, Di Maria, Fabinho e Lopez. Partono forte i padroni di casa che si buttano subito in attacco, ma la maglia difensiva ospite concede pochi tiri ravvicinati. Si vede il Real in avanti con uno schema su punizione dal limite dell’area battuta da Fabinho che appoggia per Guerra che manda fuori. Ungherani sciupa una grossa occasione neutralizzata da la Rocca, successivamente il Real con una palla recuperata a metà campo da Montelli sciuperà una grossa occasione in contropiede per passare avanti nel punteggio. Quando tutto lascia presagire che si andrà negli spogliatoi a reti inviolate, Jorginho porta avanti i suoi al minuto 18:09. Il Real reagisce prontamente alla rete subita e manca la rete con Guerra.
La seconda frazione si apre con un Real arrembante. Lopez manda fuori su punizione battuta dalla trequarti. Rinaldi, dopo aver tentato durante lo scorrere del primo tempo, ricorre nuovamente alla sua arma preferita, il portiere di movimento, vera e propria specialità in casa Real. Un azione ben orchestrata spesso si conclude con una perfetta concretezza, così il Real acciuffa il pareggio con Fortuna, al minuto 7:28, nel ruolo di portiere di movimento che manda in rete su un perfetto schema. La partita scorre verso i binari dell’assoluta parità. Nel finale i padroni di casa commettono il sesto fallo che concede il tiro libero agli ospiti che falliscono l’opportunità di portarsi avanti nel punteggio con Dario Lopez. Di Maria e Fabinho sciupano ma Jorginho colpisce al minuto 17:27 e porta i suoi sul 2-1. Ungherani chiuderà il match sul 3-1 concludendo a porta sguarnita.
Un Real Cefalù Uniolympo che esce dal campo a testa alta e tra gli applausi del pubblico a fine partita contro la forte Todis Lido di Ostia, fin’ora unica squadra capace di battere i leoni di Rinaldi in campionato. E’ stata l’ennesima partita giocata in maniera impeccabile che però ha concluso l’imbattibilità esterna lunga quanto tutto il campionato. Un altro tassello a questa stagione strepitosa è stato raggiunto, terzo posto mantenuto e che sabato prossimo, al PalaTricol,i si dovrà difendere dalla quarta forza del campionato, la Mirafin.
TODIS LIDO DI OSTIA – REAL CEFALU’ UNIOLYMPO 3-1 (1-0)
Todis Lido di Ostia: Barigelli, Schacker, Ungherani, Jorginho, Barra, Cerulli, Gattarelli, Adamo, Cutrupi, Yamada, Papù, Di Lecce. Mister Matranga
Real Cefalù Uniolympo: La Rocca, Guerra, Di Maria, Fabinho, Lopez, Siragusa, Fortuna, montelli, Mantia, Cirrincione, Molaro. Mister Rinaldi (foto).
Reti: Jorginho 18:09 pt. e 17:27 st.(O), Fortuna 07:28 st. (C), Ungherani 19:49 st. (O).
Ammoniti: Montelli e Fortuna (C), Jorginho, Papù e Gattarelli (O).